Home Cronaca Notte da incubo a Genova: richiesto lo stato di emergenza

Notte da incubo a Genova: richiesto lo stato di emergenza

0
SHARE
Notte da incubo a Genova: richiesto lo stato di emergenza

Una domenica notte da incubo quella del 13 settembre, quando nubifragi e trombe d’aria hanno colpito Genova e il Levante. Le Regioni Liguria ed Emilia Romagna hanno già deciso di richiedere al Governo lo stato di emergenza per i Comuni colpiti da quest’ondata di maltempo.

Lo ha reso noto stamani il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, durante un sopralluogo nel comune di Montoggio, particolarmente colpito dalla perturbazione. “Ci stiamo accordando con l’Emilia, l’area geografica contigua alla Liguria che ha avuto danni”.

Toti ha poi rassicurato i cittadini “Per quanto ci riguarda continueremo a gestire l’emergenza nel miglior modo e con cura, come abbiamo fatto in questi giorni”. Negli ultimi giorni infatti la Protezione civile regionale ha disposto 500 volontari su tutto il territorio ligure.

Allagamenti, frane e precipitazioni da record

Il presidente ha ricordato inoltre il recente stanziamento di 3,5 milioni di euro, destinati dalla Giunta Regionale agli interventi per la messa in sicurezza nei Comuni liguri che hanno subito danni. Interventi che partiranno immediatamente. Stanziato anche 1 milione per la manutenzione alla foce dei fiumi.

Fortemente colpiti il Tigullio e la Val d’Aveto, dove si registrano frane e interruzioni di strade. A Rezzoaglio il torrente Aveto ha rotto gli argini, mentre a Genova i torrenti Bisagno e Fereggiano hanno raggiunto il livello di guardia. In alcuni quartieri della capitale ligure si registrano anche precipitazioni da record. In poche ore sono caduti oltre 200 millimetri di pioggia.

Fonte: repubblica.it

Commenti

commenti