Home Cronaca Genova mare nero in Darsena: è allarme

Genova mare nero in Darsena: è allarme

0
SHARE

Si dice che le alghe nere vegetano grazie all’aumento della temperatura, consumano ossigeno e poi marciscono. E le “rogge medioevali” del Centro Storico aumentano la putrefazione. Si tratta infatti di scarichi di acque nere non allacciati alla rete fognaria. Che sia l’una o l’altra ragione a causarlo non si sa, ma è certo che da 48 ore il mare davanti l’Acquario di Genova si presenta nero come l’inchiostro. Stagnante e putrido.

Genova mare nero: il problema non è il depuratore

Il “sospettato numero uno” è il depuratore della Darsena, che più volte in passato è stato chiamato in causa. Quando il depuratore va in tilt, “Genova Acque” manda, sfruttando una deroga alla legge, in by-pass le acque nere e bianche, riversandole nello specchio che si trova all’interno del porto. Ma in questo caso pare che non sia il depuratore il vero responsabile.

L’ingegnere Giovanni Gnocchi di Mediterranea delle Acque assicura che in questi giorni il depuratore sta funzionando perfettamente e che adesso lo scarico “non è più in prossimità della radice della Stazione Marittima”.

È stato infatti spostato davanti alla diga foranea, nei pressi di Calata Oli Minerali e una volta finita l’estate verrà realizzato l’ultimo raccordo che lo collegherà al tratto oltre la diga che è già pronto: scaricherà al largo ad 800 metri.

Fonte: repubblica.it

Commenti

commenti