Home Cronaca Genova Giardini Luzzati, i richiedenti asilo ripuliscono l’area archeologica

Genova Giardini Luzzati, i richiedenti asilo ripuliscono l’area archeologica

0
SHARE

Dovevano essere all’incirca una decina, ma stamani ai Giardini Luzzati sono stati 30 i richiedenti asilo a presentarsi per la pulizia straordinaria dell’area archeologica che si trova tra piazza delle Erbe e piazza Sarzano.

I migranti, accolti dall’associazione Il Ce.Sto-Giardini Luzzati Nuova Associazione, hanno partecipato all’attività in modo assolutamente volontario e sono riusciti a sgombrare il sito da sporcizia e detriti in poche ore con la collaborazione del personale dell’Amiu sotto incarico della Soprintendenza Archeologia della Liguria.

Genova Giardini Luzzati: dopo la pulizia saranno aperti di nuovo

Una volta sistemata l’area verrà riaperta per essere restituita alla città e ai turisti. “Il patrimonio di questa piazza non è solo sopra, ma anche sotto i nostri piedi, sono tantissime infatti le persone che passando di qui ci chiedono di visitarlo” ha dichiarato un membro di Il Ce.Sto-Giardini Luzzati. Dal 2011 l’associazione presidia la piazza con manifestazioni, progetti di cittadinanza attiva ed eventi.

“Noi ci occupiamo dell’accoglienza dei richiedenti asilo politico” ha spiegato Omar Siraj, il responsabile dell’Accoglienza per l’Associazione Il Ce.sto. I profughi provengono da zone martoriate da rivolte e guerre e vengono inseriti dalla prefettura in associazioni come questa, che si occupano di seguirli sia a livello burocratico che sanitario.

Una volta accolti dalle associazioni, i migranti studiano la lingua italiana e, attraverso l’iscrizione nei vari Cpa, apprendono la nostra cultura, caso anche con progetti di volontariato, riutilizzo e pulizia come quello che ha interessato l’area archeologica.

Fonte: ilsecoloxix.it

Commenti

commenti